Italiano - Triennio

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE VIA SALVINI 24

LICEO SCIENTIFICO “ MANFREDI AZZARITA “

PROGRAMMAZIONE DI   ITALIANO

DIPARTIMENTO DI LETTERE DEL TRIENNIO

FINALITA’ DELLA DISCIPLINA

Linguistiche :

-          padroneggiare la lingua italiana, bene culturale nazionale, mezzo di accesso alla conoscenza, basilare veicolo di comunicazione;

-          storicizzare il fenomeno della lingua italiana, evolutosi nel tempo e sfociato nei linguaggi specifici.

Letterarie :

-          trasmettere il gusto per la letteratura ;

-          far comprendere il valore intrinseco della lettura;

-          avvicinare ai testi letterari colti nella loro complessità;

-          dare cognizione del valore storico dei documenti letterari.

OBIETTIVI TRASVERSALI A CUI CONCORRONO ANCHE LE MATERIE LETTERARIE

-          formazione globale ed armonica della personalità dello studente;

-          promozione di una corretta socializzazione;

-          rispetto dei ruoli specifici all’interno della classe;

-          rispetto dell’altro considerato nella sua peculiarità;

-          confronto costruttivo con altre forme di cultura e di civiltà;

-          inserimento consapevole nella realtà circostante;

-          correzione di atteggiamenti scorretti;

-          controllo dei registri linguistici.

OBIETTIVI SPECIFICI DELLA DISCIPLINA

Relativi alle conoscenze :

-          possedere informazioni corrette ed articolate, giustificate logicamente;

-          assimilare autonomamente nuovi argomenti in un sistema coerente;

-          ricordare tecniche e metodi risolutivi anche complessi e avere consapevolezza degli ambiti di applicazione;

-          acquisire i concetti chiave, compresi in tutte le loro implicazioni e sviluppi;

-          comprendere domande, anche di tipo complesso, che riguardino gli argomenti trattati;

-          individuare collegamenti con la stessa disciplina, o altre, affini e non, o con la realtà circostante;

-          utilizzare un lessico preciso ed appropriato, specifico, articolando un discorso organico e coerente.

Relativi alle competenze :

-          analizzare nuovi concetti, e compiere nuovi percorsi concettuali,sulla base di quelli già noti;

-          storicizzare le informazioni e contestualizzarle;

-          applicare regole e procedimenti in modo corretto e consapevole;

-          utilizzare il codice linguistico in modo corretto ed efficace, selezionando il lessico.

Relativi alle capacità :

-          isolare concetti chiave;

-          confrontare e classificare i dati;

-          creare relazioni logiche;

-          ricostruire cause ed effetti;

-          dedurre conclusioni convincenti;

-          problematizzare i contenuti,individuando una tesi e sostenendola con esempi o argomentazioni pertinenti;

-          organizzare il materiale informativo per realizzare un percorso di ricerca;

-          rielaborare in modo personale e coerente quanto appreso.

CONTENUTI

III ANNO

Letteratura dei secoli XIII,XIV,XV,XVI ( dallo Stilnovo ad Ariosto )

Dante, INFERNO ( almeno otto canti )

IV ANNO

Letteratura dei secoli XVII,XVIII,XIX ( fino al Romanticismo )

Dante,PURGATORIO ( almeno otto canti )

Nel secondo biennio saranno approfonditi : la lirica, da Petrarca a Foscolo; la poesia cavalleresca, Ariosto e Tasso; le varie manifestazioni della prosa,da Boccaccio a Manzoni; la trattatistica politica e scientifica,Machiavelli e Galileo; il teatro,Goldini e Alfieri.

V ANNO

Letteratura dei secoli XIX,XX ( da Leopardi )

Dante,PARADISO ( almeno otto canti )

L’ultimo anno prevede lo studio della lirica, da Baudelaire a Pascoli e D’annunzio; la narrativa da Verga a Pirandello e Svevo; i poeti del Novecento, Ungaretti, Saba, Montale; la narrativa del secolo XXI, con Gadda,Calvino, Pasolini.

Nel Triennio verrà assegnato un romanzo a bimestre, della letteratura italiana e                             straniera, dell’Otto e Novecento, scelto dai singoli insegnanti, sulla base di precisi

percorsi didattici.

SAPERI MINIMI

Classe Terza

conoscenze

- strutture fondamentali della lingua ( ortografia – morfologia – sintassi) ;

- diverse funzioni della lingua ;

- diversi registri linguistici ;

- nozioni elementari di metrica e stilistica;

- caratteristiche di un testo letterario;

- quadro storico – cronologico di riferimento per i testi studiati;

- caratteristiche generali della letteratura dei sec. XI – XVI;

- aspetti fondamentali della produzione letteraria di Dante, Petrarca, Boccaccio, Ariosto;

- aspetti fondamentali dell’ “ Inferno “ dantesco e dei Canti studiati;

competenze

- parafrasare, riassumere, esporre in forma sufficientemente corretta, chiara e appropriata;

- leggere, comprendere, contestualizzare, analizzare nelle linee generali un testo, lettera-

   rio e non, cogliendone le linee generali;

- esprimersi con un’accettabile e adeguata varietà lessicale;

- produrre testi scritti secondo le tipologie previste dall’Esame di Stato;

- usare i termini fondamentali del linguaggio specialistico.

Classe Quarta

conoscenze

- consolidamento delle strutture linguistiche;

- ampliamento del lessico

- caratteristiche del testo letterario, in relazione alla sua funzione e al genere di appar-

tenenza;

- quadro storico cronologico di riferimento per i testi nelle linee essenziali;

- caratteristiche generali della letteratura dal Rinascimento al Neoclassicismo – Prero-

manticismo;

- aspetti fondamentali della produzione letteraria di Machiavelli, Guicciardini, Tasso,

Galilei, Goldoni, Parini, Alfieri, Foscolo;

- riferimenti essenziali alle letterature europee coeve;

- nozioni elementari di metrica, in riferimento ai testi studiati;

competenze

- dimostrare sufficiente autonomia nello studio della letteratura;

- consolidare la tecnica di analisi testuale;

- esporre in forma semplice, chiara e corretta contenuti coerenti;

- consolidare la tecnica compositiva secondo le tipologie delle prove d’esame;

- utilizzare con sufficiente autonomia gli strumenti didattici;

- contestualizzare e operare semplici collegamenti;

- usare i termini fondamentali del linguaggio specialistico.

Classe Quinta

conoscenze

- potenziamento delle strutture linguistiche;

- ampliamento del lessico;

- analisi dei testi letterari e non nella totalità dei loro aspetti;

- quadro storico – cronologico di riferimento;

- caratteristiche generali della letteratura dell’Otto e del Novecento;

- aspetti fondamentali della produzione letteraria degli autori studiati;

- riferimenti essenziali alle letterature coeve;

- nozioni fondamentali di metrica in riferimento ai testi;

competenze

- dimostrare sufficiente autonomia nello studio della letteratura;

- potenziare la tecnica di analisi testuale;

- potenziare la tecnica compositiva secondo le tipologie dell’esame di Stato;

- esporre in forma più articolata e coerente;

- operare i collegamenti e gli approfondimenti fondamentali;

- potenziare la terminologia specialistica.

METODOLOGIE

-          lezione frontale

-          gruppi di studio

-          dibattiti

-          incontri con esperti

-          uscite didattiche

STRUMENTI

Manuali di letteratura italiana in adozione :

Antonelli , “ Europa degli scrittori “ , Nuova Italia

Baldi, “ Letteratura “ , Paravia

Luperini, “ Scrittura e interpretazione “ , Palombo

Dante, “ Paradiso “ , Le Monnier

Dante, “ Paradiso “ , Zanichelli

Dante, “ Paradiso “ , Nuova Italia

Inoltre :

materiale informatico, filmico, bibliografico

VERIFICHE

Si prevedono due verifiche scritte e due orali nel Trimestre e tre verifiche scritte e tre orali nel Pentamestre. Le prove scritte si atterranno alle tipologie previste per l’Esame di Stato.

PROVE COMUNI

Si prevede una prova comune per le classi terze e quarte alla fine del Trimestre, avente valore sommativo e trasversale per tutta l’area umanistica. Esse verranno approntate dai Dipartimenti secondo la tipologia che riterranno più efficace a verificare la preparazione delle classi in parallelo.

Per le classi quinte si terranno due simulazioni della Prima Prova dell’Esame di Stato nel Pentamestre.

LIVELLI DI PREPARAZIONE

Questo dipartimento, al fine di rendere il più omogenee possibile le valutazioni nelle diverse classi ha individuato i seguenti livelli di preparazione :

Eccellente – voto dieci

L’alunno dimostra di possedere compiutamente tutte le conoscenze, competenze e capacità richieste. Formula valutazioni critiche. E’ perfettamente in grado di autovalutarsi. In classe presta attenzione proficuamente. A casa ha elaborato un metodo di studio autonomo ed efficace.

Ottimo – voto nove

L’alunno possiede complessivamente tutte le conoscenze, competenze, capacità. Formula valutazioni critiche. E’ in grado di autovalutarsi. In classe presta attenzione proficuamente. A casa ha elaborato un metodo di studio autonomo e complessivamente efficace.

Voto otto

L’alunno dimostra di possedere tutte le conoscenze e le competenze richieste. E’ capace di trasferire autonomamente le competenze in contesti noti e parzialmente in quelli non

noti. L’esposizione è chiara, precisa ed appropriata. In classe presta attenzione. A casa si impegna autonomamente e con profitto.

Voto sette

L’alunno dimostra di possedere competenze su contenuti fondamentali.E’ capace di trasferire le stesse in contesti noti, al di fuori dei quali evidenzia difficoltà.Si esprime in modo sostanzialmente corretto. In classe generalmente presta attenzione. A casa si applica con qualche difficoltà se richiesto di particolare autonomia.

Sufficienza - voto sei

L’alunno possiede conoscenze fondamentali. Le competenze sono quelle di base. Risulta parzialmente autonomo rispetto ai contenuti noti. L’espressione risulta incerta e non sempre appropriata. L’attenzione in classe non sempre è proficua. L’applicazione domestica non del tutto efficace.

Insufficienza - voto cinque

L’alunno possiede una conoscenza epidermica degli argomenti e parziali competenze. Manca della necessaria chiarezza espositiva. L’applicazione a scuola e a casa non è sistematica, o è errata nel metodo. Capacità di collegamento, approfondimento, discussione ed applicazione stentate e superficiali.

Insufficienza grave – voto quattro

L’alunno possiede una conoscenza approssimativa e lacunosa degli argomenti. Evidenzia scarse competenze .L’esposizione è stentata e presenta errori sostanziali. L’applicazione a casa e a scuola sempre discontinua. Capacità di collegamento, approfondimento, discussione ed applicazione risultano insufficienti.

Voto tre

L’alunno evidenzia gravi e diffuse lacune nella conoscenza degli argomenti svolti. L’esposizione risulta disorganica, stentata e caratterizzata da errori gravi e sostanziali. E’ assente un’adeguata applicazione in classe e a casa. La capacità di collegamento, approfondimento, discussione e applicazione appare gravemente insufficiente.

Voto due

L’alunno non conosce gli argomenti svolti. Non è in grado di esprimersi. Non si applica né in classe, né a casa. Non possiede alcuna competenza. Non ha capacità di collegamento e di approfondimento.

Voto uno

L’alunno non fornisce alcuna risposta.

VALUTAZIONE

Per la valutazione varranno le seguenti griglie :

ITALIANO – GRIGLIA DI VALUTAZIONE

ALUNNO______________________________________CLASSE__________________

INDICATORI

Gravemente insufficiente

Insufficiente

Sufficiente

Più che sufficiente

Buono

Ottimo

1-4

5

6

7

8-9

10

1-6

7-9

10

11-12

13-14

15

USO DELLA LINGUA

Correttezza e proprietà linguistica

CONOSCENZE

Conoscenza dell’argomento e del contesto di riferimento

CAPACITA’ LOGICO- CRITICHE ED ESPRESSIVE

Aderenza alla traccia,organicità e coerenza

Punteggio totale

Voto in Decimi

Punteggio totale

Voto in Quindicesimi

Tale griglia si propone sia per la correzione dei compiti in classe di italiano nel triennio, sia per la correzione della prima prova scritta dell’esame di Stato.

CRITERI PER LA VALUTAZIONE DEL COLLOQUIO:

 

INDICATORI

PUNTEGGIO

CONOSCENZE

Conoscenza degli argomenti

1 - 15

COMPETENZE

Padronanza della lingua e uso dei linguaggi specifici

1 - 8

CAPACITA’

Capacità di argomentare e rilevare analogie e differenze,nonché di cogliere nessi ed operare collegamenti

1 – 8

Capacità di esprimere il proprio punto di vista con spirito critico

1- 4

Tale griglia si propone sia per l’interrogazione di italiano nel triennio, sia per il Colloquio dell’esame di Stato.

     ATTIVITA’ DI RECUPERO

Le attività di recupero sono quelle stabilite nei modi e nei tempi dal Collegio dei Docenti. In presenza di trimestre e pentamestre, esse cadranno all’inizio del pentamestre, preferibilmente in orario pomeridiano e nella prima settimana secondo la modalità delle classi aperte.

Sei qui: Home P.O.F. Profili disciplinari Liceo Scientifico Italiano - Triennio